Crea sito
In Pasta ripiena/ Ricette Lucane

Ravioli alla potentina, ricetta lucana

Ed anche questo mese, per la rubrica

Cucina e territorio

ho preparato una ricetta della mia mitica nonnuccia !!!

Tema di questo mese : Pasta ripiena

Una domenica come un’altra, fuori tanta pioggia e nella piccola cucina di montagna, il sugo ormai sobbolle già da un pò e si discute se riempire i  ravioli con lo zucchero e la cannella o con il prezzemolo ed il sale. Due varianti diversissime ma altrettanto buone ed altrettanto perfette per essere condite con il ragù di carni miste.

Ma quando c’è mia nonna, vince sempre lei.

Quindi….. ravioli salati con ricotta e prezzemolo.

I ravioli dolci con ricotta e cannella sono dei ravioli a forma di mezza luna che si preparano soprattutto nel materano e vengono chiamati più comunemente “Calzoni ”  ( qui la ricetta )

Come vi ho detto precedentemente, quelli che vi propongo oggi sono i ” Ravioli alla potentina “, una ricetta tipica dell’area del potentino. Rappresentano il piatto della domenica o della festa. Sono a base di pasta fresca all’uovo con un cuore di ricotta impreziosito dal profumo intenso del prezzemolo .

Ma passiamo alla ricetta della nonna :

Ravioli alla potentina, ricetta Lucana

Ricetta ” Ravioli alla potentina “

 

Ingredienti : ( per 4 persone )

  • 150 gr di semola rimacinata di grano duro
  • 150 gr di farina 0
  • 2 uova
  • un pizzico di sale
  • acqua tiepida q.b.

Per il ripieno:

  • 500 gr di ricotta ( comprata il giorno prima e lasciata scolare in uno scolapasta )
  • 2 tuorli d’uovo
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • 1 pizzico di sale
  • 4 cucchiai di parmigiano grattugiato

Preparate subito il ripieno. In una ciotola capiente mescolate bene tutti gli ingredienti, coprite con la pellicola e riponete in frigorifero

Preparate la sfoglia. Su una spianatoia setacciate la semola e la farina , fate una fontanella. Aggiungete le uova ed un pizzico di sale. Aggiungete tanta acqua, quanta ce ne vuole per avere un’impasto liscio ed elastico. Una volta pronto, lasciate riposare per una mezz’oretta.

Con l’aiuto di una sfogliatrice preparate le sfoglie ( non devono essere sottilissime ) , una per volta ( altrimenti la sfoglia si asciuga e il raviolo si apre ) .

Con un cucchiaino posizionate il ripieno, chiudete la sfoglia, premete bene i lati e date la forma con una rotella. Posizionate i ravioli su un vassoio infarinato.

Con uno stecchino bucherellate i calzoni per 3 volte….per far uscire l’aria dalla ricotta ( così suggerisce mia nonna ).

Ravioli alla potentina

Cuoceteli in abbondante acqua salata .

Una volta cotti, scolateli con l’aiuto di una schiumarola e conditeli delicatamente.

Ecco pronti i vostri “Ravioli alla potentina”

Il condimento perfetto è il Ragù di carni miste, ricetta che trovate qui

Impiattate, servite e “Buon appetito!”

Ravioli alla potentina, ricetta Lucana

Ravioli alla potentina, ricetta Lucana

Se ti è piaciuta questa ricetta seguimi anche su Fb 

Prima di andare scopriamo insieme cosa hanno preparato le altre amiche blogger

  • Rita
    22 Aprile 2016 at 22:54

    Fanno veramente gola, questi ravioli, unici e squisiti, nella loro semplicità. Bravissima

  • Silvia
    22 Aprile 2016 at 23:46

    quanto mi piacciono questi ravioli ripieni!! Un abbraccio SILVIA

  • artù
    23 Aprile 2016 at 14:18

    Fantastico il tuo passo a passo, il tuo blog è sempre più bello, completo ed intrigante. Ti stimo perchè il tuo lavoro è davvero ripagato!

  • Sonia
    23 Aprile 2016 at 14:33

    Che buoni e che fame, mi ricordano quelli che prepara la mia mamma… Mettono una fame!!!

  • paola
    23 Aprile 2016 at 16:58

    favolosi,che bontà,abbiamo scelto prorpio bene complimenti,ho appena postato la mia ricetta partenopea,buona domenica

  • Katia
    23 Aprile 2016 at 18:03

    Ogni volta che leggo le tue ricette mi sembra di entrare nella cucina di tua nonna e stare con voi. Buona ricetta da proporre nei giorni di festa

  • Ilenia
    24 Aprile 2016 at 14:56

    Belli e buoni questi ravioli mettono decisamente appetito! ! Bellissima questa uscita!

  • Carla
    1 Maggio 2016 at 16:50

    Assolutamente da fare, le ricette delle nonne non deludono mai!
    Un abbraccio