Crea sito
0 In Calendario dell'Avvento/ Dolci/ Dolci classici internazionali/ Dolci di Natale/ Lievitati/ NATALE

Ricetta Pandoro delle Sorelle Simili

Il “Pandoro”, uno dei classici dolci delle festività Natalizie. Di origini veronesi, a forma di stella, soffice e dal sapore inconfondibile. La sua pasta dorata e profumata e la sua alveolatura donano al pandoro la sua originalità e la sua bontà. Chi non ama questo dolce!!!
Ho voluto provarci anche io , ma preparare il pandoro non è affatto semplice. E così tra le tante varianti e mille ricette, ho voluto cimentarmi nella ricetta delle Sorelle Simili, che sono sempre una gran garanzia. La ricetta prevede l’utilizzo del lievito di birra che accelera la lievitazione ma che alla fine ci regalerà un eccellente risultato.
Ingredienti segreti ? Tanto amore e tanta pazienza !!
Ora provateci anche voi e fatemi sapere …

  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione16 Ore
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni10
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti ( stampo da 1 Kg o 2 da 500 g )

Lievitino:
  • 50 gfarina
  • 60 mlacqua (tiepida)
  • 10 gzucchero
  • 15 glievito di birra fresco
  • 1tuorlo

Primo Impasto

  • lievitino
  • 200 gfarina
  • 1uovo (temperatura ambiente)
  • 30 gburro (temperatura ambiente)
  • 25 gzucchero
  • 3 glievito di birra fresco
  • 1 cucchiaioacqua (tiepida)

Secondo Impasto

  • Primo impasto
  • 200 gfarina
  • 130 gzucchero
  • 2uova (temperatura)
  • 1 pizzicosale fino
  • 1 baccavaniglia

Per la Sfogliatura

  • 140 gburro (temperatura ambiente)
  • q.b.farina
  • burro (per ungere il panetto)

Per Decorare

  • q.b.zucchero a velo

Preparazione “Pandoro delle sorelle Simili

Lievitino

  1. Sciogliete il lievito di birra nell’acqua tiepida, aggiungete lo zucchero, il tuorlo e la farina. Mescolate bene, coprite con la pellicola e mettete la ciotola nel forno spento con luce accesa e lasciate lievitare fino al raddoppio ( un’ora circa )

Primo Impasto

  1. Sciogliete il lievito di birra nell’acqua tiepida. Setacciate la farina ( io lo faccio sempre due volte ).

    Nella ciotola della planetaria aggiungete al lievitino, il lievito sciolto nell’acqua, l’uovo , lo zucchero e piano piano la farina e lavorate la massa. Unite poco per volta il burro ammorbidito. Impastate fino a che gli ingredienti sono ben amalgamati. Con un tarocco arrotolate delicatamente l’impasto. Lasciatelo lievitare fino al raddoppio, nel forno spento con luce accesa.

Secondo Impasto

  1. Setacciate la farina. Nella ciotola della planetaria aggiungete al primo impasto, lo zucchero, la farina, le uova leggermente sbattute, i semi della bacca di vaniglia ed infine il sale. Impastate per 15 – 20 minuti o fino a che l’impasto risulti incordato. ( ossia impasto liscio, omogeneo. L’ impasto si deve staccare dalle pareti della ciotola). Con il tarocco arrotolate delicatamente l’impasto. Lasciatelo lievitare fino al raddoppio.( circa due ore), nel forno spento con luce accesa

    Riprendete l’impasto, rovesciatelo su una spianatoia infarinata e lasciatelo riposare 5 – 10 minuti. Con l’aiuto di un mattarello stendetelo , dategli la forma di un quadrato spesso mezzo cm circa. Distribuite sulla superficie del centro il burro a pezzettini e ripiegate i 4 angoli verso il centro. Fate una piega a tre, avvolgetelo nella pellicola e mettetelo in frigorifero per una mezz’ora.

    Stendete nuovamente il pacchetto, dategli la forma di un rettangolo e fate tre pieghe consecutive, con una sosta in frigorifero di 30 minuti tra l’una e l’altra.

    Pesate l’impasto ed inserite nello stampo un 10% in più rispetto al peso finale del pandoro. Ad es. io ho usato lo stampo da 500 gr , ho pesato quindi 600 gr di impasto.

  2. Ungete il panetto con il burro, formate una palla e mettetelo a lievitare nello stampo ben imburrato da pandoro.

    Coprite con la pellicola e lasciate lievitare fino a quando non avrà raggiunto quasi il bordo dello stampo (tra le due e le tre ore circa).

    Portate il forno a temperatura, inserite un pentolino con dell’acqua nella parte bassa del forno e cuocete il pandoro per 15 minuti a 180° e continuate la cottura a 160° per altri 30 – 35 minuti, coprendo il pandoro con un foglio di alluminio. Fate la prova dello stecchino per verificare la cottura esatta.

    Una volta cotto, sfornatelo e lasciatelo raffreddare completamente prima di sfornarlo. Spolverizzatelo quindi con lo zucchero a velo e “Buone Feste”.

  3. Se provate a realizzare questa ricetta mandatemi una foto alla mia Fan page di Facebook e la pubblicherò nell’album ” Ricette rifatte da voi “

     Se ti è piaciuta la mia ricetta seguimi anche su Facebook – Pinterest Instagram

    per restare sempre aggiornato/a !

Ti è piaciuta questa ricetta? Clicca le stelline per votarla …



5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Nessun Commento

Lascia un Commento